Recent Posts

gli incentivi a curare la Covid

  Dalla GAZZETTA UFFICIALE DEL 19 novembre 2021 – n. 276   AGGIORNAMENTO TARIFFARIO DEGLI IMPORTI RELATIVI AI SOVVENZIONAMENTI PER I “RICOVERI DICHIARATI COVID”: – incrementato a 3.713 euro per ogni degente (al giorno) per ricovero in area medica; – incrementato a 9.697 euro per […]

“grave insubordinazione” nell’università-caserma

Dall’università-azienda all’università-caserma: sono stata sospesa per sei mesi dall’Università del Salento dal primo dicembre per aver permesso agli studenti con difficoltà respiratorie di levarsi la mascherina durante un esame in cui erano fermi al banco e distanziati, nel mese di luglio a Lecce, città scarsamente […]

censura nell’università-caserma

Vengo invitata da Segni e comprensione (in realtà da una persona che – scoprirò – non vi conta nulla) a scrivere un saggio in occasione del pensionamento di Marisa Forcina, con cui ho collaborato nella scuola estiva su “Nascere e mettere al mondo”. E’ una rivista accademica francamente mai sentita prima. Inizialmente rispondo che non ho tempo, ma la persona insiste, dicendomi sostanzialmente che pubblicano qualunque cosa che mi sia avanzata. Cedo all’insistenza, ma non ritenendo professionale il “qualunque cosa”, mi metto a scrivere questo breve saggio, “Parole, parole, parole”, su come la tattica odierna del Potere sia stravolgere i significati consolidati delle parole per far accettare realtà inaccettabili e dannose per gli stessi soggetti coinvolti: sex work, minori trans, “donna” quando si tratta di un uomo; e poi: pandemia, “vaccini” che sono terapie geniche sperimentali, “morti di Covid e casi di Covid” grazie a direttive che equiparano i corpi che rispondono con esito positivo a un tampone – che lo stesso suo inventore nega possa essere usato a fini diagnostici in assenza di sintomi e che i veri medici chiamano “farlocco” – a malati da isolare e a deceduti a causa della pseudopandemia (vedi appunto il mio testo su come è stato mutato il significato ufficiale – OMS – della parola).

Ci accordiamo prima dell’estate su un testo lievemente modificato, perché la Direttora della rivista non può credere che siano state negate le cure a molti altri malati nel periodo del lockdown (e a ben vedere le cure sono state negate anche ai malati di Covid-19) e pochi altri punti del testo che risultavano ai suoi occhi troppo polemici.

Qui la versione approvata: http://www.danieladanna.it/wordpress/wp-content/uploads/2021/11/per-Segni-e-comprensione.docx

In vista della pubblicazione la persona inutile mi chiede di modificare il sistema di riferimenti bibliografici, e faccio anche questo. Ma poi, proprio sul filo di lana, mi arriva una mail della Direttora che mi dice: voglio togliere queste parti, sei d’accordo? In sostanza non le piace che si pubblichi qualcosa di non allineato alla versione ufficiale sulla “pandemia”, e mi chiede se le do il permesso di censurarmi!

Ovviamente no, e allora scatta la foglia di fico della scientificità e il peer reviewing, e “sono solo opinioni tue, non possiamo pubblicarle”. La persona inutile sparisce, rifiutandosi di mediare, e spero almeno vergognandosi. Loro sono filosofi ermeneutici, e mi censurano scrivendo che il mio saggio non è scientifico, mentre la rivista invece lo sarebbe. Chiedo quando e come la filosofia – e l’ermeneutica in particolare, di cui so poco, ma avendo studiato il greco so bene che significa “ciò che ha a che fare con l’interpretazione” – sia diventata una scienza, senza ottenere risposta. Per altro, non ci sono contestazioni puntuali sulla parte del testo che si vorrebbe censurare (e ci si riesce, dato che l’intero articolo mi è stato rifiutato), ma la solita evidenziazione gialla con scritto che sono mie opinioni.

Queste studiose di Hannah Arendt dovrebbero rileggersela, a partire proprio dalle Origini del totalitarismo. Ma quanto è bello per loro essere salite sulle spalle di una gigante, e da lì godersela diventando tranquille complici del Potere!

Siamo donne o caporali?

la società della paura per gismondo

La cultura della paura era un libro di Frank Furedi che negli anni ’90 così descriveva i metodi di governo negli Stati Uniti. Ci siamo decisamente americanizzati. qui l’intervista del quotidiano on line Affari Italiani alla direttrice dell’Ospedale Sacco: https://www.sinistrainrete.info/articoli-brevi/21653-maria-rita-gismondo-lo-stato-d-emergenza-serve-solo-alla-politica-per-avere-mano-libera.html

green pass e accademici

Articolo di Marco Villoresi, Università di Firenze, pubblicato il 19.11 da La Verità

economia e covid

Link ad interventi di Fabio Vighi, accademico a Cardiff

https://www.lafionda.org/2021/06/22/paradigma-covid-collasso-sistemico-e-fantasma-pandemico/

https://thephilosophicalsalon.com/a-self-fulfilling-prophecy-systemic-collapse-and-pandemic-simulation/ ( articolo in italiano con versione ridotta in inglese)

http://thephilosophicalsalon.com/slavoj-zizek-emergency-capitalism-and-the-capitulation-of-the-left/ (rebuttal of Zizek, in inglese)

https://thephilosophicalsalon.com/the-central-bankers-long-covid-emergency-noise-and-conspiracys-best-kept-secret/ (articolo in inglese con versione italiana: https://www.lafionda.org/2021/11/09/il-covid-lungo-dei-banchieri-centrali/)

http://thephilosophicalsalon.com/prolegomena-to-a-franciscan-capitalism/ (inglese)

https://orca.cardiff.ac.uk/136623/1/vighi%20homo%20pandemicus%20eng.pdf (inglese)

Effetti avversi delle terapie geniche

“Una stima realistica degli effetti avversi dei vaccini anti-Covid e del rapporto rischi-benefici”, articolo pubblicato dalla Fondazione Hume, l’autore è Mario Menichella, fisico e divulgatore scientifico https://www.fondazionehume.it/wp-content/uploads/2021/11/Articolo_effetti_avversi-85.pdf

arriva il “credito sociale” alla cinese

…ed è il Green pass, come scrive Giovanna Cracco: Andrea Zhok, che vale sempre la pena leggere per la capacità di approfondimento, sintesi ed eloquenza, scrive di libertà https://www.ilcambiamento.it/articoli/la-liberta-al-di-la-della-retorica-della-liberta?idn=122&idx=11140&idlink=2

VOCI FEMMINISTE RADICALI CONTRO IL GREEN PASS E L’ATTACCO GENETICO AI CORPI

Pubblicato qui il seguente comunicato di Onda femminista radicale: https://www.facebook.com/111602060301168/posts/436533737807997/

VOCI FEMMINISTE RADICALI CONTRO IL GREEN PASS E L’ATTACCO GENETICO AI CORPI


A fronte delle discutibili adesioni appena espresse pubblicamente da alcune femministe radicali italiane, ci sentiamo in dovere di prendere la parola e chiarire in maniera inequivocabile la nostra distanza da tali posizioni.

Finora sono state ignorate, delegittimate, silenziate e screditate le piazze in cui da mesi centinaia di migliaia di manifestanti ogni settimana esprimono – piaccia o meno – un democratico e legittimo dissenso. Solo adesso, al momento giusto e in maniera faziosa, queste piazze sono finite sotto i riflettori e sono state catapultate nel baratro più bieco della strategia della tensione.

Cadere in questa trappola, in questo teatro, urlando contro “l’emergenza fascista” costruita ad arte dalla propaganda diventa strumentale e funzionale per far passare la misura totalitaria e, questa sì, fascista denominata Green Pass.

Siamo anche noi femministe radicali, provenienti da gruppi, associazioni e background diversi, ma unite dal principio sacro dell’INVIOLABILITÀ DEI CORPI, cardine del manifesto che abbiamo sottoscritto insieme a tante realtà del femminismo italiano ed europeo e che rappresenta la base della nostra azione politica.

Non possiamo accettare in silenzio l’instaurarsi di una dittatura tecno-sanitaria che obbliga le persone a pagare per lavorare e non possiamo rendere i nostri corpi disponibili a questi così detti vaccini che sono delle piattaforme a mRNA di riprogettazione cellulare.

Non passiamo accettare il pericoloso precedente rappresentato dal Green Pass: una volta accettato il principio di poter perdere delle libertà in nome della biosicurezza come nuovo paradigma di controllo e gestione della società, questo principio diventerà la norma e da quel momento potrà condizionare qualsiasi altra decisione aprendo ad una società di persone di serie A e di serie B, sul modello del Credito Sociale cinese.
Il Green Pass diventerà lo strumento per dare l’avvio all’identità digitale che grazie alla rete 5G permetterà una gestione e controllo assoluto della vita di tutte le persone in una società cibernetica e transumanista.

Non saper o non voler riconoscere in tutto questo un attacco verso i nostri corpi e verso tutto il vivente è non avere più gli strumenti per poter lottare con forza e consapevolezza a difesa della natura, dei nostri corpi, dei nostri figli e della nostra comunità.

Come donne e come femministe radicali non possiamo permetterlo.

Prime firmatarie:
Silvia Guerini
Emanuela Risso
Roberta Trucco

Adesioni:
Cristiana Pivetti
Daniela Danna
Barbara Eletta Camoni
Silvia Marzi Da Roma
Alice Ujcic
Elena Daniele
Gianna Curti Clech
Donatella Proietti Cerquoni

Seguiranno altre adesioni

1168/posts/436533737807997/

New book on population

This is my new publication in English: https://anthempress.com/procreation-and-population-in-historical-social-science-hb Procreation, the forgotten basis of population dynamics, and its macrohistorical results, are at the center of this book seen through the lenses of world-system analysis in a nondogmatic way that includes the work started by Jack Goldstone […]

“Minori trans”: uno studio dalle conclusioni manipolate

Finalmente pubblicato qui il mio articolo “Gender-affirming model still based on 2014 faulty Dutch study“, in cui analizzo anche la categoria del DSM “disforia di genere”, mostrandone l’assoluta vaghezza e valenza normalizzante

Terzo incontro contro le tecnoscienze 23-5.7

Presso L’altra dimora (AL)

Programma scaricabile qui

Roma: Un mondo senza madri? 3.7.2021

Un mondo senza madri?Sala delle Colonne, Galleria Nazionale RomaLa maternità negli ultimi cinquant’anni ha cambiato volto. Da destino naturale legato all’identificazione della donna con la madre si è mutata in una libera facoltà. Da ruolo socialmente definito è divenuta una scelta privata. Da evento puramente […]

Ragioni per non accettare terapie geniche sperimentali

…che in genere vengono chiamate “vaccini”. Se non è un misnaming questo! Vedi anche “La roulette italiana” di Sonia Savioli e il volantino di R2020 Siena

NOI E IL NOSTRO COVID e cure domiciliari

Opuscolo informativo per uscire dalla paura e dallo stato di emergenza

UN OPUSCOLO DA ROVERETO SULLE CURE DOMICILIARI Download

oppure

analogie storiche

dal blog di Sonia Savioli https://www.soniasavioli.it/post/il-nazismo-debole Un’altra lettura consigliata è “Cronistoria ragionata della pandemia”, di Matteo Martini, in Operazione corona. Colpo di stato globale, a cura di Nicola Bizzi e Matteo Martini. Prato: Edizioni Aurora boreale 2020, pp. 51-154.

ancora sull’attuale situazione

Da Il Rovescio- Cronache dallo stato di emergenza Un amico di Winston Smith fa 2+2 https://sinistrainrete.info/politica/20085-un-amico-di-winston-smith-l-affare-covid-tra-emergenza-spettacolare-ed-epidemia-dolosa.html

Sull’ordine esecutivo di Biden sesso/identità di genere

Trascrizione dell’intervento di Lierre Keith del 30 gennaio 2021 alla trasmissione The Green Flame: le ragioni della campagna per annullare l’ordine esecutivo del presidente USA che sostituisce a “sesso” “identità di genere” nelle norme antidiscriminatorie. Dopo il link la traduzione italiana scaricabile

Nascere e mettere al mondo: gli Atti

Abbiamo pubblicato su ESE Salento University Publishing gli atti di Nascere e mettere al mondo. Sguardi sociali e filosofico politici accessibili all’indirizzo http://siba-ese.unisalento.it/index.php/nascere/ 

Cahier de doléance

…in realtà l’hanno intitolato Appello al governo, da Radio Cora qui il link e di seguito il testo: http://www.radiocora.it/post?pst=39326&fbclid=IwAR04QgXpNZYfyZzNvMyY3Kj8cCxNi7vITpESRiWfhek5TAbyxIfTd4S8QRA, è aperto alla firma.Questo è un altro testo condivisibile, da Sollevazione: https://www.sinistrainrete.info/societa/19807-sollevazione-covid-il-punto-di-vista-di-liberiamo-l-italia.html Appello al governo: CURA, DEMOCRAZIA, FIDUCIAÈ passato un anno dall’inizio della pandemia. La discontinuità politica che […]