Matrimoni forzati e strategie di intervento

Giovedi 20 marzo alle 16.30, aula M103, via Santa Sofia 9, Università degli Studi di Milano

In qmf santa sofiauesto incontro parleremo della questione, legata all’obbligo all’eterosessualità, dei matrimoni forzati. Si tratta di qualcosa che appartiene anche alla nostra storia recente italiana (vedi il rifiuto di Franca Viola negli anni 60), ma che oggi principalmente nel nostro paese riguarda i giovani nati o cresciuti in Italia da famiglie di varia provenienza geografica, in particolare del sud-est asiatico e dell’Africa. In questi luoghi è un compito preciso dei genitori, riconosciuto dai figli, occuparsi del loro matrimonio. Anche nei luoghi di origine, e forse più facilmente in terra di emigrazione, i giovani spesso contestano le scelte dei genitori, sia riguardo alla persona proposta che alla tempistica del matrimonio, che all’obbligo di creare una coppia eterosessuale, se il proprio orientamento è invece omosessuale. Parleremo quindi di che cosa sono i matrimoni combinati, come rischiano di trasformarsi in matrimoni forzati, e delle metodologie di intervento elaborate in Italia e in altri paesi. I relatori saranno Daniela Danna, ricercatrice in sociologia, e Francesca Paltenghi, avvocata presso Unhchr e componente della commissione territoriale di Milano per il riconoscimento della protezione internazionale. Organizza il collettivo Gay Statale.

Be Sociable, Share!
This entry was posted in iniziative. Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *