Raddoppiati i morti da Covid19 in Italia: 6

Lo dice l’ISS, l’Istituto superiore di sanità, un ente pubblico e organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale: https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia
Infatti la distinzione cruciale, che i giornalisti e i politici non fanno procurando allarme nella popolazione, è tra morto per coronavirus e morto con coronavirus (ammesso che i tamponi siano affidabili).
Cito dall’ultimo rapporto (si trova all’url di cui sopra):
“Complessivamente, 6 pazienti (1.2% del campione) presentavano 0 patologie (…)
Ad oggi (20 marzo) sono 36 dei 3200 (1.1%) pazienti deceduti COVID-19 positivi di età inferiore ai 50 anni. In particolare, 9 di questi avevano meno di 40 ed erano 8 persone di sesso maschile ed 1 di sesso femminile con età compresa tra i 31 ed i 39 anni. Di 2 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 7 presentavano gravi patologie pre-esistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità).”

“Zero patologie” significa ovviamente “nessun altra patologia che non l’infezione da Covid19”. Una settimana fa i morti per coronavirus erano 3.